Documento interpretativo OIC n. 7

Con il documento interpretativo n. 7 pubblicato il 31 marzo, l’OIC conferma che possono essere oggetto di rivalutazione anche...

- Documento interpretativo OIC n. 7

- Rivalutazione beni d’impresa

- Beni immateriali

- Giuridicamente tutelati

Con il documento interpretativo n. 7 pubblicato il 31 marzo, l’OIC conferma che possono essere oggetto di rivalutazione anche i beni immateriali mai iscritti in bilancio, i cui costi, seppur capitalizzabili nello stato patrimoniale, sono sempre stati imputati direttamente a conto economico. Tale possibilità è concessa a condizione che i beni immateriali in questione siano giuridicamente tutelati alla data di chiusura del bilancio in cui la rivalutazione è eseguita. La posizione assunta dall’OIC appare di assoluto rilievo, anzitutto perché evita di generare una disparità di trattamento tra le imprese che abbiano scelto di imputare a conto economico i costi relativi ai beni immateriali e quelle che, a parità di condizioni, abbiano, invece, deciso di capitalizzarli, ma, anche e soprattutto, perché chiarisce uno degli aspetti maggiormente controverso della disciplina e su cui già si erano formate posizioni antitetiche nella prassi amministrativa (da ultimo, risposta ad interpello DRE Veneto n. 907-1726/2020).

Condividi

News Correlate

Risposta ad interpello n. 65 del 18 gennaio 2023

l’Agenzia delle Entrate si è pronunciata sulla neutralità di un’operazione di fusione nazionale estera tra società aventi una stabile organizzazione nel territorio dello Stato

leggi tutto
Ordinanza della Corte di Cassazione n. 1797 del 20 gennaio 2023

la Suprema Corte di Cassazione ha precisato che, alla luce dell’art. 19 del d.lgs 546/1992 che consente l’impugnazione anche degli atti impositivi atipici...

leggi tutto
Risposta ad interpello n. 98 del 19 gennaio 2023

l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all’imponibilità nel territorio dello Stato di emolumenti corrisposti dal datore di lavoro non residente...

leggi tutto