Risposta ad interpello n. 204/2021

Con la risposta ad interpello n. 204/2021 l’Agenzia delle Entrate ha sostenuto che le spese per gli interventi finalizzati...

• Risposta ad interpello n. 204/2021

• Superbonus

• Sismabonus  

• Ecobonus

• Cessione immobile

• Plusvalenza

• Esenzione

Con la risposta ad interpello n. 204/2021 l’Agenzia delle Entrate ha sostenuto che le spese per gli interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico ed all’efficientamento energetico agevolabili con il superbonus assumono la veste di spese incrementative ai fini del calcolo della plusvalenza derivante da cessione infraquinquennale dell’immobile.  In particolare, secondo l’Amministrazione finanziaria tali costi rientrano tra quelli inerenti al bene ai sensi dell’art. 68 TUIR poiché si tratta di spese che non attengono alla normale gestione del bene e che ne hanno determinato un aumento di valore perdurante al momento in cui viene realizzata l'operazione imponibile. Tale principio è valido anche qualora il contribuente abbia esercitato l’opzione dello sconto in fattura.   Quello dell’Agenzia è un approdo condivisibile poiché si fonda sull’assunto secondo cui una diversa interpretazione determinerebbe, fino a concorrenza delle spese sostenute, una tassazione del beneficio derivante dalla fruizione dell’agevolazione fiscale mediante la tassazione di una maggiore plusvalenza ai sensi dell’art. 68 TUIR, in contrasto con l’esenzione che ne è prevista ai fini delle imposte sui redditi.

Condividi

News Correlate

Commissione Tributaria Regionale del Piemonte del 23 giugno 2021 n. 498

Con la sentenza n. 498/2021, la Commissione Tributaria Regionale del Piemonte ha confermato l’illegittimità degli avvisi di accertamenti che pongono in...

leggi tutto
Risposta ad interpello n. 579 del 6 settembre 2021

Con la risposta n. 579/2021, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che è detraibile l’Iva relativa a prestazioni di servizi ricevute prima del fallimento...

leggi tutto
risposta ad interpello n. 581/21

Con la risposta n. 581/21, l’Agenzia ha chiarito che nessuna sanzione è dovuta dal contribuente che abbia erroneamente usufruito...

leggi tutto