Cassazione, sentenza n. 12372/2021

Con la sentenza n. 12372 del 2021 la Corte di Cassazione ha espresso due importanti principi di diritto sull’affidamento...

- Cassazione, sentenza n. 12372/2021

- Contenzioso tributario

- Accertamento con adesione

- Principio affidamento contribuente

- Buona fede

- Principio di collaborazione

Con la sentenza n. 12372 del 2021 la Corte di Cassazione ha espresso due importanti principi di diritto sull’affidamento del contribuente in sede di accertamento con adesione. Innanzitutto, il Collegio evidenzia che la tutela del contribuente in buona fede, ai sensi dell’art. 10, co. 1, dello Statuto, non rimane vincolata a schemi precostituiti ma riguarda tutte le situazioni in cui l’Amministrazione finanziaria adotta un comportamento coerente e apparentemente legittimo. Inoltre, nonostante all’accordo non sia riconosciuta natura negoziale, la Corte sottolinea che le successive determinazioni dell’Ufficio non possono discostarsene senza motivo. Pertanto, ove l’adesione riguardi più annualità d’imposta, la Corte ritiene lesiva del principio di collaborazione la condotta dell’Ufficio che, dopo aver emesso gli atti di accertamento con adesione per alcune soltanto delle annualità, in relazione alle restanti procede all’emissione ingiustificata di un avviso di accertamento per l’originaria pretesa. La Suprema Corte, dunque, nel censurare la condotta dell’A.f. valorizza l’affidamento riposto dal contribuente sulla regolare definizione della procedura di adesione, con la conseguenza che la maggior pretesa fatta valere rispetto agli importi concordati viene ritenuta inesigibile.

Condividi

News Correlate

Commissione Tributaria Regionale del Piemonte del 23 giugno 2021 n. 498

Con la sentenza n. 498/2021, la Commissione Tributaria Regionale del Piemonte ha confermato l’illegittimità degli avvisi di accertamenti che pongono in...

leggi tutto
Risposta ad interpello n. 579 del 6 settembre 2021

Con la risposta n. 579/2021, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che è detraibile l’Iva relativa a prestazioni di servizi ricevute prima del fallimento...

leggi tutto
risposta ad interpello n. 581/21

Con la risposta n. 581/21, l’Agenzia ha chiarito che nessuna sanzione è dovuta dal contribuente che abbia erroneamente usufruito...

leggi tutto