Commento Alla Risposta Ad Interpello N. 149 Del 4 Marzo 2021

L’Agenzia delle Entrate con la risposta ad interpello n. 149/2021 ha escluso che la cessione di beni patrimoniali tra loro non funzionalmente...

- Risposta ad interpello n. 149 del 4 marzo 2021

- Art. 2, comma 3, lett. b), d.P.R. 633/1972

- Art. 40, d.P.R. 131/1986

- IVA / Imposta sul valore aggiunto

- Imposta di registro

- Azienda

L’Agenzia delle Entrate con la risposta ad interpello n. 149/2021 ha escluso che la cessione di beni patrimoniali tra loro non funzionalmente organizzati per l’esercizio dell’attività d’impresa, quali titoli obbligazionari, finanziamenti, derivati e partecipazioni, dia luogo ad una cessione d’azienda o di ramo d’azienda esclusa dal campo di applicazione dell’IVA. Secondo l’Agenzia è necessario identificare i fattori rivelatori dell'esistenza dell'azienda o del ramo d'azienda nella organizzazione, nei beni e nel loro fine per l'esercizio dell'impresa, nel senso di verificare la sussistenza di una coesione unitaria dei suddetti elementi, funzionalmente legati da un rapporto di complementarietà strumentale, contraddistinti dall'essere destinati all'esercizio dell'impresa. Il trasferimento di asset, laddove questi non costituiscano un insieme organicamente finalizzato ed autonomamente idoneo all’esercizio dell’attività d’impresa, non configura ai fini IVA cessione d’azienda o di ramo d’azienda, bensì cessioni di singoli beni. Tale prassi conferma la necessità di eseguire una valutazione caso per caso in funzione delle peculiarità dei beni trasferiti e dell’attività esercitata per stabilire se sussiste un nesso di funzionalità tale da poter configurare un trasferimento d’azienda.

Condividi

News Correlate

Commissione Tributaria Regionale del Piemonte del 23 giugno 2021 n. 498

Con la sentenza n. 498/2021, la Commissione Tributaria Regionale del Piemonte ha confermato l’illegittimità degli avvisi di accertamenti che pongono in...

leggi tutto
Risposta ad interpello n. 579 del 6 settembre 2021

Con la risposta n. 579/2021, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che è detraibile l’Iva relativa a prestazioni di servizi ricevute prima del fallimento...

leggi tutto
risposta ad interpello n. 581/21

Con la risposta n. 581/21, l’Agenzia ha chiarito che nessuna sanzione è dovuta dal contribuente che abbia erroneamente usufruito...

leggi tutto