Corte di Cassazione sentenza n. 6430 del 2021

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 6430 del 2021, riformando la decisione della Commissione Tributaria Regionale...

- Corte cassazione sentenza n. 6430/2021

- IVA

- Operazioni soggettivamente inesistenti

- Onere della prova

- Contenzioso tributario

La Corte di Cassazione nella sentenza n. 6430 del 2021, riformando la decisione della Commissione Tributaria Regionale, ha accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate ribadendo che in tema di operazioni soggettivamente inesistenti, se da un lato ricade in capo all’Amministrazione Finanziaria l’onere di provare “l'oggettiva fittizietà del fornitore” nonché “la consapevolezza del destinatario che l'operazione si inseriva in una evasione dell'imposta” dall’altro “grava sul contribuente la prova contraria di avere adoperato, per non essere coinvolto in un'operazione volta ad evadere l'imposta, la diligenza massima esigibile da un operatore accorto, secondo criteri di ragionevolezza e di proporzionalità in rapporto alle circostanze del caso concreto”. E ciò sebbene i giudici di merito avessero ritenuto illegittimo l’avviso di accertamento notificato dall’Agenzia delle Entrate per non aver l’Ufficio effettivamente assolto l’onere probatorio su di esso gravante di dimostrare la consapevolezza del destinatario che l’operazione si inseriva in una evasione di imposta.  Ancora una volta, i giudici di legittimità si discostano dai principi compiutamente enunciati dalla CGUE sull’esercizio del diritto alla detrazione dell’Iva nell’ambito di operazioni soggettivamente inesistenti laddove è stato più volte chiarito che solo in presenza di “elementi oggettivi forniti dalle autorità tributarie” che dimostrino “che il soggetto passivo sapeva o avrebbe dovuto sapere che l’operazione invocata a fondamento del diritto a detrazione s’iscriveva in un’evasione” può essere negato il diritto alla detrazione. (ex multiis, CGUE nelle cause riunite C-131/13, C-163/13 e C-164/13 “Staatssecretaris Van Financiën”; nella causa C-277/14, “Ppuh”).

Condividi

News Correlate

Agenzia delle Entrate Risposta ad interpello n. 105 del 16 maggio 2024

Con la risposta ad interpello n. 105 del 2024 l’Agenzia delle Entrate ha disposto l’obbligo di reinvestimento qualificato dei rimborsi...

leggi tutto
Agenzia delle Entrate Risoluzione n. 25/E del 15 maggio 2024

Con la risoluzione n. 25/E del 15 maggio 2024 l’Agenzia delle Entrate ha illustrato le modalità per la fruizione dei crediti d’imposta...

leggi tutto
Agenzia delle Entrate Circolare n. 10/E del 10 maggio 2024

L’Agenzia delle Entrate ha illustrato le istruzioni operative del regime fiscale delle locazioni brevi...

leggi tutto