Ordinanza della Corte di cassazione n. 32211 del 21 novembre 2023

La Corte di Cassazione si è pronunciata in materia di assoggettabilità ad Iva del corrispettivo per la rinuncia...

La Corte di Cassazione si è pronunciata in materia di assoggettabilità ad Iva del corrispettivo per la rinuncia al contratto preliminare.

In particolare, secondo i giudici di legittimità deve considerarsi legittima la detrazione dell’Iva effettuata dalla società contribuente sulle fatture relative alla rinuncia al contratto preliminare che aveva ad oggetto un terreno edificabile al momento della cessione del contratto, poiché la cessione della posizione giuridica nel contratto preliminare di compravendita è una cessione di contratto qualificabile come prestazione di servizio, se effettuata verso corrispettivo. Dunque, l’operazione rilevante ai fini dell'assoggettabilità ad Iva non è il precedente preliminare ma la successiva cessione del contratto stesso.

#Iva #cessione #contratto

Condividi

News Correlate

Fondazione Nazionale Commercialisti, documento di ricerca del 14 febbraio 2023

La Fondazione Nazionale Commercialisti nel documento di ricerca pubblicato il 14 febbraio 2023 ha analizzato la disciplina della scissione mediante scorporo ai sensi dell’art. 2506.1 del c.c...

leggi tutto
Art. 1 d.lgs. 12 febbraio 2024, n. 13

Il d.lgs. 12 febbraio 2024, n. 13 pubblicato in G.U. il 21 febbraio 2024 3/2024 fissa le nuove...

leggi tutto
Ordinanza della Corte di Cassazione n. 3993 del 13 febbraio 2024

La Corte di Cassazione ha ritenuto che il bene non destinato all’impresa genera crediti d’imposta “non spettanti”.

leggi tutto