Ordinanza della Corte di cassazione n. 32211 del 21 novembre 2023

La Corte di Cassazione si è pronunciata in materia di assoggettabilità ad Iva del corrispettivo per la rinuncia...

La Corte di Cassazione si è pronunciata in materia di assoggettabilità ad Iva del corrispettivo per la rinuncia al contratto preliminare.

In particolare, secondo i giudici di legittimità deve considerarsi legittima la detrazione dell’Iva effettuata dalla società contribuente sulle fatture relative alla rinuncia al contratto preliminare che aveva ad oggetto un terreno edificabile al momento della cessione del contratto, poiché la cessione della posizione giuridica nel contratto preliminare di compravendita è una cessione di contratto qualificabile come prestazione di servizio, se effettuata verso corrispettivo. Dunque, l’operazione rilevante ai fini dell'assoggettabilità ad Iva non è il precedente preliminare ma la successiva cessione del contratto stesso.

#Iva #cessione #contratto

Condividi

News Correlate

Agenzia delle Entrate Risposta ad interpello n. 132 del 2024

’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 132 del 2024 ha chiarito il trattamento fiscale delle azioni acquisite...

leggi tutto
Agenzia delle Entrate Circolare n. 13/E del 13 giugno 2024

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 13/E del 2024 ha illustrato le modifiche, introdotte con l’articolo 1 della Legge di bilancio 2024...

leggi tutto
Agenzia delle Entrate Risposta ad interpello n. 131 del 2024

L’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 131 del 2024 ha illustrato l’imponibilità ai fini IVA degli “aiuti di stato”

leggi tutto