Sentenza della Corte di Cassazione n. 31850 del 27 ottobre 2022

la Suprema Corte di Cassazione ha ribadito che nei giudizi di opposizione esecutiva promossi in seguito alla notifica di un pignoramento presso terzi ex art. 72-bis...

Con la sentenza n. 31850 del 27 ottobre 2022, la Corte di Cassazione si è pronunciata nuovamente con riferimento ai giudizi di opposizione instaurati in seguito all’espropriazione presso terzi azionata dall’Agenzia delle Entrate Riscossione.

In particolare, nel caso di specie, la Suprema Corte ha rilevato la nullità della sentenza impugnata e dell’intero procedimento per violazione del principio del contradditorio sancito dall’art. 102 c.p.c. in quanto il terzo pignorato non era stato invocato in giudizio.

Ebbene, come noto, l’art. 102 c.p.c. nel disciplinare le ipotesi in cui si configura il litisconsorzio necessario stabilisce che “se la decisione non può pronunciarsi che in confronto di più parti, queste debbono agire o essere convenute nello stesso processo”. Ebbene, tanto premesso, la Suprema Corte ha rilevato come debba ritenersi sempre sussistente un interesse del terzo pignorato ad essere partecipe del giudizio di opposizione all’esecuzione introdotta con la notifica di un atto di pignoramento presso terzi ex art. 72-bis del d.p.r. 602/1973.

Pertanto, la Corte di Cassazione con la sentenza in commento ha ribadito il principio recentemente espresso con la sentenza n. 13533/2021 secondo cui “in tema di espropriazione presso terzi, nei giudizi di opposizione esecutiva si configura sempre il litisconsorzio necessario fra il creditore, il debitore diretto ed il terzo pignorato”.

#pignoramento #terzo #litisconsorzio

Condividi

News Correlate

Risposta ad interpello n. 569 del 22 novembre 2022

Con la risposta ad interpello n. 569 del 22 novembre 2022, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul diritto alla detrazione dell’IVA a seguito di rivalsa tardiva specificando che nel caso in cui un intermediario commerciale si riveli un “missing trader”...

leggi tutto
Sentenza n. 44266 del 22 novembre 2022

la Corte di Cassazione, ritenendo non sussistenti i presupposti per la remissione della causa alle Sezioni Unite, ha confermato che il reato di indebita compensazione di cui all’art. 10 del d.lgs. n. 74...

leggi tutto
Sentenza della Corte di Giustizia di secondo grado della Sicilia n. 9784 del 17 novembre 2022

la CGT di secondo grado della Sicilia ha stabilito che nel caso in cui l’Amministrazione finanziaria procede all’annullamento dell’atto impugnato in autotutela a distanza di anni dalla proposizione...

leggi tutto